Tag Archive: corsa

Da Unicredit-Mps alla corsa agli incentivi, le sfide d’autunno per il sistema bancario

AGI – Dalla messa in sicurezza definitiva del Monte dei Paschi alla corsa per sfruttare, tramite un nuovo round di matrimoni, il tesoretto costituito dalle Dta, le imposte attive differite trasformabili in un credito fiscale. Dopo la pausa estiva, movimentata dalla due diligence di Unicredit sul Monte e da una tornata di conti semestrali tonici, sono queste le sfide d’autunno per il settore bancario.

La partita per Il Monte

Sul fronte senese, che scalda anche la politica, specialmente considerata la coincidenza con un’importante tornata di elezioni amministrative e con quelle per il collegio della città toscana che vedono fra i protagonisti il segretario del Pd Enrico Letta, le prime novità sono attese per settembre.

Entro la prima decade del mese da Unicredit e dal suo ad, Andrea Orcel, dovrebbero arrivare degli aggiornamenti a fronte dell’analisi condotta su Mps: la banca milanese, salvo proroghe della due diligence, si ritroverà a discutere con il ministero dell’Economia e delle Finanze il perimetro di Mps a cui è interessata e i restanti contorni dell’operazione. Fra le condizioni poste che sia neutrale per il capitale di Unicredit e che ne accresca l’utile per azione. Nella ‘data room’ del Monte, poi, sarebbe entrata anche Medio Credito Centrale, che acquisirà parte degli assets (a partire dalle filiali del Sud Italia) a cui la banca guidata da Orcel non è interessata o che non può acquisire per ragioni di antitrust.

La scadenza delle Dta

Uno dei punti che ha reso interessante l’operazione Unicredit-Mps è proprio la possibilità di sfruttare le Dta per trasformarle in credito d’imposta, considerato che valgono oltre 2 miliardi. Sul tema, in una bozza del Dl Sostegni bis, era stata ventilata una proroga della scadenza attuale, prevista per il 31 dicembre, a metà 2022, per dare più tempo al consolidamento del sistema bancario. La norma, però, non è stata inserita nella versione finale del provvedimento, da cui è stata stralciata.

L’importanza delle Dta è tale da essere stato uno dei perni anche di altre operazioni che si sono concretizzate, come quella relativa all’opa con cui Credit Agricole ha conquistato il Credito Valtellinese. L’asset rischia di essere cruciale anche per altre partite, sia di stampo ‘difensivo’, come quella per trovare un partner per Carige, sia che si tratti di aggregazioni motivate dalla volontà di crescita dei singoli istituti. Nel caso di un matrimonio come quello fra Bpm e Bper, più volte ipotizzato, già sfumato in passato e sempre riemerso come un fiume carsico, il tesoretto varrebbe un miliardo.

Il tempo utile stringe e i consigli d’amministrazione degli istituti dovrebbero deliberare il via libera dell’operazione entro fine anno; già questo risulta comunque un vantaggio, visto che la precedente normativa prevedeva che dovesse arrivare l’approvazione anche dalle assemblee. A meno che, ed è, come un segreto di Pulcinella, la speranza che diversi accarezzano nel settore bancario, ora che la pratica Mps sembra avviata a una risoluzione, il governo non riproponga un’estensione della finestra per sfruttare le Dta, magari nella legge di bilancio, ovvero dopo le elezioni di ottobre, prima delle quali sembra impossibile intervenire su un tema caldo come quello bancario.


Da Unicredit-Mps alla corsa agli incentivi, le sfide d’autunno per il sistema bancario

La grande corsa per diventare navigator

Anpal servizi ha pubblicato il bando per la selezione dei 3.000 navigator, le figure “per facilitare l’incontro tra i beneficiari del programma del reddito di cittadinanza e i datori di lavoro, i servizi per il lavoro e i servizi di integrazione sociale”. Nell’avviso si illustra anche la ripartizione territoriale per un totale di 2.980 posizioni: al top la Campania con 471 unità (di cui 274 solo a Napoli), seguita dalla Sicilia con 429 (primeggia Palermo, con 125).

Il Navigator sarà la figura centrale dell’assistenza tecnica fornita da Anpal Servizi ai Centri per l’impiego, selezionata e formata per supportarne i servizi e per integrarsi nel nuovo contesto caratterizzato dall’introduzione del Reddito di cittadinanza, per il quale l’obiettivo è di assicurare assistenza tecnica ai Cpi, valorizzando le politiche attive regionali, anche in una logica di case management da integrare e da implementare con le metodologie e tecniche innovative che saranno adottate per il reddito di cittadinanza.

L’incarico di collaborazione avrà durata fino al 30 aprile 2021 e un compenso lordo annuo pari a euro 27.338,76 oltre euro 300 lordi mensili a titolo di rimborso forfettario delle spese per l’espletamento dell’incarico, quali spese di viaggio, vitto e alloggio. 

Ecco nel dettaglio il fabbisogno di navigator per Regione e principali province:

ABRUZZO 54: il maggior numero a Chieti (15), seguita da l’Aquila e Teramo (14).

BASILICATA 31: 19 a Potenza, 12 a Matera.

CALABRIA 170: 60 a Cosenza, 30 a Catanzaro.

CAMPANIA 471: 274 a Napoli, 80 a Caserta, 77 a Salerno.

EMILIA ROMAGNA 165: 40 a Bologna, 25 a Modena, 18 a Parma e Reggio Emilia.

FRIULI VENEZIA GIULIA 46: 21 a Udine, 10 a Trieste.

LAZIO 273: 195 a Roma, 30 a Latina e 21 a Frosinone.

LIGURIA 66: 39 a Genova, 10 a Savona.

LOMBARDIA 329: 76 a Milano, 50 a Brescia, 38 a Bergamo.

MARCHE 55: 17 ad Ancona, 13 a Pesaro-Urbino, 11 a Macerata.

MOLISE 13: 10 a Campobasso.

PIEMONTE 176: 107 a Torino, 16 ad Alessandria e Cuneo.

PUGLIA 248: 78 a Bari, 45 a Lecce, 35 a Taranto.

SARDEGNA 121: 41 a Cagliari, 31 Sud Sardegna, 25 a Sassari.

SICILIA 429: 125 a Palermo, 100 a Catania, 45 a Messina.

TOSCANA 152: 40 a Firenze, 18 a Pisa, 16 a Livorno e Lucca.

UMBRIA 33: 24 a Perugia, 9 a Terni.

VAL D’AOSTA 6.

VENETO 142: 32 a Verona, 27 a Venezia, 25 a Padova.

Alle 16 di giovedì 18 aprile, a sei ore dall’apertura dell’avviso, erano già 3.415 i candidati per i 3 mila posti da Navigator. Lo riferisce l’Anpal, ricordando che le candidature possono essere inviate entro e non oltre le ore 12.00 dell’8 maggio prossimo. 

Come funziona la prova di selezione

Un test a risposta multipla di carattere psicoattitudinale, di cultura generale e tecnico professionale: 100 domande e un tempo di 100 minuti per rispondere. In questo consiste la prova di selezione per i 3.000 navigator. La prova è valutata in centesimi e per superarla si deve ottenere il punteggio minimo di 60/100. Si tratta – si legge sul bando di selezione pubblicato sul sito di Anpal servizi – di un test con domanda a risposta multipla costituito da 100 domande così ripartite:

  • 10 quesiti di cultura generale,
  • 10 quesiti psicoattitudinali,
  • 10 quesiti di logica,
  • 10 quesiti di informatica,
  • 10 quesiti sui modelli e strumenti di intervento di politica del lavoro,
  • 10 quesiti sul reddito di cittadinanza, 10 quesiti sulla disciplina dei contratti di lavoro,
  • 10 quesiti sul sistema di istruzione e formazione,
  • 10 quesiti sulla regolamentazione del mercato del lavoro,
  • 10 quesiti di economia aziendale”.

Il tempo complessivo a disposizione è di 100 minuti: “In considerazione della necessità di svolgere più sessioni d’esame e al fine di preservare la par condicio, la trasparenza, l’imparzialità e il buon andamento della selezione, saranno predisposte prove d’esame distinte ed equivalenti per ciascuna sessione. Le domande che compongono le prove saranno estratte da un archivio di quesiti predisposti da un soggetto qualificato appositamente incaricato. Ciascun questionario sarà riprodotto con modalità casuale nell’ordine delle domande e delle risposte, in modo che ciascun candidato disponga di un questionario diverso”.

Al termine di ciascuna sessione d’esame, prosegue l’avviso, si procede in forma anonima e automatica alla correzione delle prove dei candidati e al calcolo dei relativi punteggio. Le operazioni di abbinamento avverranno alla presenza della Commissione di vigilanza e di cinque candidati.

Il punteggio totale di ciascun candidato viene ottenuto valutando le risposte fornite come segue: 1 punto per ogni risposta esatta; 0 punti per ogni risposta non data e -0,4 punti per ogni risposta errata e per ogni multirisposta.

Superano la prova i candidati che abbiano ottenuto il punteggio minimo di 60/100. Risultano vincitori i primi in graduatoria per ogni provincia in ordine di punteggio, “fino alla concorrenza delle posizioni disponibili. In caso di parità verrà preferito il candidato con il miglior voto di laurea. In caso di ulteriore parità verrà preferito il candidato piu’ giovane di età”.

I candidati idonei ma non risultati vincitori, potranno essere chiamati, sempre in ordine di graduatoria, a soddisfare eventuali fabbisogni anche per la copertura di posizioni non coperte all’interno di province limitrofe a quella per la quale hanno presentato la candidatura. Le graduatorie provinciali verranno pubblicate all’indirizzo web http://selezionenavigator.anpalservizi.it, oltre che sul sito del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali www.lavoro.gov.it e sul sito dell’Anpal www.anpal.gov.it, entro 7 giorni dalla conclusione dell’ultima sessione d’esame.

Agi

Alitalia è diventata una corsa tra tre compagnie aeree 

Alitalia è una corsa a tre. E per la precisione, a correre per comprare la compagnia di bandiera italiana sono due low cost, Ryanair e Easyjet, e la tedesca Lufthansa. Si delinea così il quadro dei pretendenti di Alitalia. Secondo quanto scrive oggi La Stampa, dopo le numerose richieste di ‘maggiori informazioni’ su prezzo e società, si starebbe per avviare l’ultima fase. La più critica. La vendita. 

Dei 13 gruppi interessati, 3 sarebbero disposti ad andare avanti

“Finora ci sono state diverse aziende che si sono dette interessate al vettore e che stanno studiando i documenti. I gruppi sarebbero ben più dei tredici che hanno partecipato alla prima fase di vendita con le offerte non vincolanti” scrive il quotidiano torinese.

Scheda: Se ti sorprende leggere che Ryanair è una startup, forse non sai cosa è una startup

Al momento ci sarebbero in piedi due ipotesi: la vendita di Alitalia tutta intera oppure la divisione del gruppo in due parti con da un lato la parte «aviation» (aerei, flotta, direzione e manutenzione) e dall’altra la parte handling, che si occupa del carico e scarico merci e dell’assistenza a terra ai passeggeri, precisa il quotidiano. E le tre compagnie guardano esclusivamente alla parte del volo, “ed è quindi difficile che l’esito della gara porti alla vendita dell’intero gruppo”

Uno scenario suggestivo sull'asse Italia-Germania

Sempre secondo quanto riporta La Stampa, ci sarebbe inoltre  “uno scenario più che suggestivo” allo studio, che si affaccia sul futuro dei cieli d’Europa. “I destini di Alitalia e di Air Berlin, la seconda compagnia in Germania, anch’essa in amministrazione straordinaria, potrebbero infatti intrecciarsi con la regia di Lufthansa”. Pare che la compagnia tedesca, che partecipa ad entrambe le gare pubbliche di vendita potrebbe diventare una sorta di ‘collettore’ dei due gruppi. Ma al momento si tratterebbe solo di un’ipotesi. 

 
 
 
 

Agi News

Lo sapevi? La corsa? Facile e per tutti. E' lo sport più praticato

Sport

La corsa? Facile e per tutti. E' lo sport più praticato
Con la speranza che il freddo e le grandi piogge ci diano tregua, ecco che potremo ricominciare a praticare, senza la necessità di ricoprirsi con tute, maglioni, k-way e berretti di lana, lo sport più praticato al mondo: la corsa. Una passione che …

Sport

Atalanta, il messaggio di Percassi: «Che sia una bella giornata di
«Evitiamo ogni forma di sopraffazione e di violenza per vivere, insieme agli ospiti friulani, una bellissima giornata di sport», ha aggiunto. Percassi aveva lanciato un messaggio di serenità anche alla vigilia del match casalingo contro la Sampdoria …

Sport